Almond ’22, Birrificio San Giovanni, Deb’s, MFC, Terre d’Acquaviva e Alkibia sono i sei micro birrifici (a copertura delle quattro province abruzzesi) aderenti alla Rete d’Impresa “Birrai italiani”, ad oggi la prima in Italia esclusivamente composta da micro birrifici artigianali di qualità.
Obiettivo della rete è sviluppare percorsi condivisi di promozione sotto un marchio comune e attivare sinergie per la distribuzione e l’internazionalizzazione e per la riduzione dei costi di produzione, con la certezza di essere competitivi sui mercati nazionali e internazionali e di garantire gli standard che fanno della birra artigianale abruzzese un prodotto d’eccellenza.
Il presidente della rete, Jurij Ferri del Birrificio Almond ’22, uno dei migliori e più preparati birrai italiani, spiega “Abbiamo costituito questa rete perché siamo convinti che l’unione faccia la forza. L’intento è innanzitutto quello di abbattere i costi di produzione. Potremo selezionare i fornitori e acquistare materie prime, servizi e prodotti come un cluster di aziende. Altro fondamentale aspetto è l’internazionalizzazione perché i mercati grandi – quali possono essere la Russia, gli Stati Uniti e la Cina – richiedono delle strutture ben più grandi di quelle che un singolo birrificio può avere. Chiaramente il contratto di rete permette ai nostri sei birrifici di essere un’unica azienda nel momento in cui ci si muove a livello internazionale. Il vantaggio della rete è anche quello di condividere idee e obiettivi, che possano tradursi nella produzione di nuove birre. Infine, attraverso questa rete vogliamo dare un messaggio. Bisogna far capire allo Stato che se piccole aziende si uniscono per formare aziende di media grandezza è perché quelle piccole sono in affanno.”
La prima uscita ufficiale di “Birrai Italiani” avverrà in occasione dell’edizione 2015 di Mediterranea, che si svolgerà dal 31 luglio al 2 agosto al Marina di Pescara.