STARTHUB Pescara, la vera innovazione di un’idea è realizzarla!
Questo è lo slogan che accompagna il progetto STARTHUB promosso e sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile e dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani – ANCI, che vede il Comune di Pescara come capofila di un partenariato al quale partecipano CNA Servizi Pescara, CAT – Confesercenti Pescara, CGIL Pescara e le Associazioni culturali e giovanili MovimentAzioni, So.Ha. – GiovaniCittadiniAttivi, Subcity, Millimetri e Il Pane e le Rose. Aderiscono al progetto CNA Pescara, Confesercenti Pescara e Digital Borgo.
Un progetto condiviso e realmente partecipato per la costruzione del primo coworking pubblico di Pescara, pensato dai giovani per i giovani.
STARTHUB vuole costruire, attraverso un percorso di partecipazione attiva con i giovani cittadini, le fondamenta di uno spazio pubblico dedicato al lavoro autonomo e alle microimprese in cui più aziende condividono idee, relazioni, ambienti, servizi, spese e attrezzature, un luogo dove si intendono intercettare le migliori energie creative della città e offrire un contesto favorevole per formare e sviluppare professionalità, aumentando così il grado di occupabilità e stimolando l’autoimprenditorialità.
Protagonisti di STARTHUB, fin dalle prime fasi, 25 giovani promotori territoriali, selezionati per curriculum e colloquio a seguito di un bando e adeguatamente formati su democrazia partecipata, diritto del lavoro e creazione d’impresa.
A questi 25 peer educator il compito di animare le assemblee pubbliche, con l’obiettivo di coinvolgere altri giovani tra i 18 e i 35 anni, chiamati a partecipare alle fasi successive di co-progettazione del coworking, di definizione delle linee guida (aree di intervento, regole, servizi, suddivisione degli ambienti) e di redazione del bando per la gestione dello spazio.
Il Comune di Pescara, sulla base del bando redatto nella fase di co-progettazione, individuerà il soggetto gestore dello spazio che più garantirà il rispetto delle indicazioni emerse dall’intero percorso di partecipazione. I giovani coinvolti avranno l’opportunità di mettere a frutto le esperienze e le competenze acquisite durante il percorso partecipato e entrare a far parte della community del coworking cittadino.